Campa caval

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

“campa caval che intanto l’erba cresse…”

e mi gò tamisà le me giornade

spetando l’erba che la me cressesse

su i àrgini, su i scùrtoli e le strade.

 

E gò spetà, par giorni fredi e scuri,

i buti novi al seio del me fosso:

m’è nato la gramegna, i cardi duri,

m’è nato el mus-cio a l’oridel del posso

 

rigando de scarpìe tutta la véra.

Ma no è mai nata l’erba che spetava.

La luna m’à ingiassà i orli a la sera,

è morto anca i me sogni e… che i se ciava!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.