E

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

E mi che me credea d’èssar  poeta

e me in gloriava parché restelava

fossi de rime e gnanca me incorzea

che I’era solo un rugolon de vento

quel che scambiava par na sintonia

 

e ò tamisà parole cavà sù

dal fondo del desmentegon

e gò confuso versi malgualivi

come I me giorni sopi

nel talingar de mile rime

e de assonanse

 

e ò perso par la strada I’armonia

de primavere lucide e serene

iluso che le fusse la me dota,

e gò fondà nel lumegar de note

parole nove che le se sforsava

in gola a farse vive

 

così me son catà a zugar

con la me solitudine

e a incoconarme da mi solo

in versi sensa cao

che no capiva mai nessun

 

e l’è el castigo che m’ò mertità

parché ò sempre contà d’essar poeta.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.