A la to porta

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

La luna de i ricordi l’è zà morta,
la pingola in silensio dal paiar,
e mi son qua che baca a la to porta
spetando na risposta al me ciamar;

son restà solo e no no gò sentimenti
da sgateiarte par parlar de amor,
i giorni i se destira e i passa lenti
sul leto de na storia che la mor.

Sensa na fede che me rassicura
son qua che bato a la to porta ancora
ma no gò più speranse e la paura
la incioda le parole par de fora.

Sul muro in strada el glicine l’è morto
come i me pugni, come i me ricordi
che gò lassà tacà al portel de l’orto,
come i sorisi sempre fredi e sordi

cressudi sensa aver mai visio el sole.
No credo a gnente, prego angora manco,
parlo a dispeto, s-gendo le parole,
consumo la preghiera e sul me banco

in cesa gh’è la polvar da spassar.
Solo, me cucio, avanti a la porta:
no gò più margarite da sfoiar;
la luna pena nata l’è zà morta.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.